Camice su misura

Storia

L’eleganza si concentra nella camicia

Oscar Wilde

La camicia accompagna la giornata dell’uomo da secoli. Capo di biancheria, è segno di eleganza che, nella storia, non ha mai smesso di essere indossata.

Alessandro Siniscalchi, giovane camiciaio milanese, con passione e amore per l’artigianato, riesce a enfatizzare e potenziare quest’arte che impara dal padre Vittorio, che iniziò nel 1948.

Maestro d’arte a soli 44 anni, è rimasto uno degli ultimi a realizzare ancora questi capi di altissimo artigianato, completamente a mano e su misura. Si parte dalle misure, si fanno prove in telina - dove il cliente crea la propria eleganza e teorizza i suoi desideri - fino alla creazione di un carta modello personale.

Tutto si svolge nella Maison Siniscalchi, dalla scelta delle stoffe alla produzione.

Anche lo stiro è altamente curato, seguendo i vecchi metodi.

Si realizza ogni tipo di camicia: da cerimonia, formale, sportiva ed etnica, oltre che camicie e pigiami da notte, mutande e… ancora si producono “pistagne”, nome ormai sconosciuto, nel passato usato per indicare un pezzo di stoffa imbottita, utilizzata come copertura per il colletto o il bavero. Si realizzano inoltre asole per fissare camicie a pantaloni, passanti per cravatte e altro ancora. Insomma, dire che ognuno diventa stilista di sé stesso, è una realtà nel laboratorio di Alessandro.

Nel laboratorio si può constatare come avviene il taglio della stoffa, come vengono cucite, come vengono fatte asole, ribattiture e ricami, ancora con un'arte manuale che rende ogni capo un esemplare unico.

Share by: